Come organizzare la valigia per un viaggio in barca

viaggio-in-barca

Eravate indecisi sul da farsi, eravate interessati al noleggio catamarani e alla fine siete riusciti a togliervi lo sfizio di una settimana di vacanze in barca. Per governarla non c’è problema, ci penserà l’equipaggio, a voi resta da risolvere solo un punto: come organizzare la valigia?

Una vacanza in barca è legata a fattori che altrove non esistono, ci impone la convivenza con un elemento che di solito frequentiamo dalla distanza del vicino di casa: il mare.

Innanzitutto non chiedetevi come organizzare la valigia, perché la valigia è un lusso che non potrete permettervi: è rigida, pesante, ingombrante. La vostra cabina sarà piccola, e gli oggetti pesanti a bordo saranno tutti fissati alle pareti per evitare che col rollìo se ne vadano in giro a far danni. Niente valigia, quindi, ma una comoda borsa che potrete piegare e mettere via una volta svuotata. Meglio se idrorepellente, nel caso venga stivata all’esterno.

Le lenzuola, in genere, vengono fornite dall’armatore. Magari chiedete prima.

Se un abbigliamento leggero è scontato, per la stagione, una cosa a cui potreste non aver pensato è una giacca a vento impermeabile, abbinata a una felpa col cappuccio, per la sera. Portate anche un paio di scarpe extra, da utilizzare solo a bordo, con la suola chiara che non lasci righe sul ponte, e delle ciabatte per quando si scende a terra. Se nell’itinerario sono previste scogliere non sarà male procurarsi un paio di scarpette in gomma antiscivolo.

Considerate che per una settimana in barca vi servirà la metà di quello che portereste per una vacanza in hotel della stessa durata.

Assolta la parte più facile, resta da pensare agli accessori. In genere il consiglio è di viaggiare leggeri: sulle barche lo spazio è poco e va gestito con attenzione. 

Il cappello e gli occhiali da sole li avrete già presi in considerazione, ma avete controllato che entrambi siano dotati di cordino di sicurezza? C’è vento, e si corre il rischio di vederli volare fuori bordo. Aggiungete al bagaglio un paio di teli mare in microfibra, che occupano poco spazio e, importantissima, una crema solare ad alta protezione. Per la protezione della vostra pelle non dimenticate il burro di cacao e delle creme idratanti dopo sole, ne avrete bisogno.

Un altro accessorio a cui di solito non si pensa, ma che in barca fa una grossa differenza, è il repellente anti-zanzare

A bordo l’energia elettrica è limitata, quindi sarà utile un powerbank per ricaricare il telefono, se non bastasse la presa a 12V della cabina. Per lo stesso motivo sarebbe bene lasciare a casa l’asciugacapelli e la piastra per la messa in piega.

Già che parliamo di telefoni, è importante una custodia impermeabile per evitare brutte sorprese.

Per ultimo non dimenticate i documenti per il viaggio, il passaporto dove è richiesto, e gli eventuali visti. Vi consigliamo quindi di informarvi con un discreto anticipo per quali paesi è necessario il passaporto per l’ingresso e dove invece è possibile entrare semplicemente con esibendo la carta d’identità valida per l’espatrio o con il visto turistico.

Ecco come organizzare la valigia, o meglio, la borsa.

Buon vento a tutti!